Vediamo le ultime novità in materia di disdetta del contratto di telefonia.


Ci siamo già occupati della questione relativa alla possibilità di chiedere e ottenere la restituzione della tassa di concessione governativa in questo articolo.

La disdetta telefonica dovrebbe essere fatta con raccomandata a.r. e non è sufficiente l'invio via fax.
La Commissione Tributaria di Potenza nella recente sentenza 4/2013 ha stabilito che il contribuente, esercitando il suo diritto di recesso per effettuare la disdetta del servizio di telefonia, deve obbligatoriamente provvedere ad inviare la richiesta tramite raccomandata a.r.

Cosa avviene se l’utente utilizza il fax per realizzare tale comunicazione?

A darci una risposta è la stessa sentenza la quale afferma che semmai la comunicazione concernente il diritto di recesso dovesse pervenire tramite fax il consumatore sarebbe tenuto a versare all’erario la tassa di concessione governativa sul servizio di telefonia.