condominio

Come difendersi dai disturbi causati da impianti rumorosi?

La quiete e la serenità di ciascuno dei condomini è protetta dal codice civile e anche da quello penale.
Il codice civile vieta le immissioni che superano la normale tollerabilità. In forza di quest'articolo, il condomino può far cessare il rumore.
Nei casi più gravi, il rumore molesto può risultare penalmente rilevante. Secondo l’articolo 659 del codice penale, il rumore molesto deve essere percepito da un numero indeterminato di persone. Tuttavia, per far scattare il reato è sufficiente che si lamenti anche un solo condomino.
Un problema frequente che spesso si riscontra riguarda la rumorosità dei condizionatori all’interno dei condomini, che a volte, superano la normale tollerabilità.
La Corte di Cassazione con la recente sentenza n. 28874/2013 ha stabilito che è condannabile penalmente chiunque installi condizionatori rumorosi in casa sua o nel luogo dove svolge la sua attività precisando che il disturbo generato dai rumori incide sulla tranquillità pubblica e quindi idoneo a essere risentito da un numero indeterminato di persone, anche se poi, effettivamente, se ne lamenta solo una persona.